martedì 19 maggio 2015

13 Rune della Strega - Parte 1#

Come annunciato su youtube, avevo intenzione di approfondire il discorso sulle 13 Rune oltre ai video fatti e quindi eccomi qui, finalmente ho iniziato a sfogliare il libro Witch's Runes -How to Make and Use You Own Magick Stones di Susan Sheppard. Libro che vi consiglio (piu o meno) se volete approcciarvi a questo strumento per bene, scritto in maniera davvero semplice anche per chi sa pochissimo o niente l'inglese come me.
Nonostante io sia un po' inorridita sulle prime pagine, anzi proprio all'introduzione, leggendo che le rune scandinave sono di origine Britannica, sono passata oltre mandando giù il rospone e concedendo questo primo post; sintetizzando un po' il capito sulle origini di queste 13 Rune. Cerco di saltare le parti che secondo me sono irrilevanti o storicamente errate, o addirittura un po troppo azzardate, purtroppo ho notato che alcuni concetti sembrano un po basarsi sul chiacchiericcio da piazza e non su una buona conoscenza dell argomento, maaa... cercherò di fare del mio meglio.
A fine lettura sicuramente avrò un parere più chiaro in merito a questo acquisto.
Se leggete mi raccomando lasciate un commento anche solo di ringraziamento. Ricordatevi che potrei semplicemente leggere il testo per i fatti miei senza dirvi nulla, la mia è una gentilezza che faccio a tutti coloro che si sono sempre interessati a queste rune. Un commento non vi costa più del tempo che io ci metto a scrivere dei post, no? E ovviamente aver un riscontro aiuta anche a proseguire con voglia nel lavoro. Quindi non copiate e basta questi appunti grazie.




Le origini
La tradizione della divinazione è molto antica e alle streghe piace trovare metodi eclettici da esplorare, ed ecco qui uno, le tredici Rune della Strega. Questo numero non è stato scelto a caso, ricorda infatti, i componenti di un coven, vi sono in oltre molte scaramanzie sul numero 13, ma molte streghe lo utilizzano per il suo potere e la sua influenza. In oltre, le 13 rune corrispondono ai segni astrologi e alle loro case, più uno -L'occhio- che contiene in sè la visione divinatoria.
Tredici Rune suggeriscono le dodici ore che portano fino alla mezzanotte, conosciuta anche come l'ora delle streghe. Le 13 Rune contengono le energie collettive di tutte le rune, in questo modo la runa Occhio diventa "colui che guarda" inteso come una presenza magica che vive nei boschi, o una presenza che è in noi stessi o oltre noi stessi, che conosciamo attraverso il lancio di queste pietre.
Il tredici è quindi un numero dalle grandi influenze, esistono tredici lune in un anno, persino Gesù aveva 13 discepoli e in passato anche i segni dello zodiaco pare fossero tredici.
Mentre i simboli scelti appartengono a molte culture e folklori. Sono stati trovati in europa da nord a sud, da est a ovest, persino in Africa e ancora simili glifi furono ritrovati nel nuovo mondo. Insomma, sono simboli che comunemente potevano essere ritrovati sui talismani di origini diverse, da quelli gitani, la cui origine sembra prevalere, a quelli indiani, ariani, germani ecc... Questo spiega quindi perché alcuni simboli scelti dall'autrice potrebbero ricordare le rune Germaniche molto diffuse in nord europa.(....)
Queste rune rappresentano un linguaggio divinatorio e una simbologia davvero grande e antica e universale, che attinge dalla saggezza arcana, ecco quindi spiegato perché alcuni di questi simboli sono trovati su talismani gipsy (popolazioni nomadi) e hanno finito per diventare un potpurrì di culture diverse. Molti di questi segni furono usati negli scritti dei Pitti, il cui nome si ispira la parola Pixie, ovvero il piccolo polpo, questa idea è supportata dall'antica credenza in cui umani e fate erano alleati naturali.
Ad ogni modo, la simbologia di queste rune ha dei corrispettivi davvero antichi, pensiamo anche all'Egitto e alla magia di questa cultura e l'importanza dei loro geroglifici.
In oltre alcuni simboli come il sole, la luna e le stelle sono davvero simboli semplici e primitivi, forse i primi tra i simboli divinatori utilizzati dall'uomo e hanno preso via via nel corso dei secoli significati a volte diversi a seconda del folklore e della conoscenza a disposizione.
 Il legame con il mondo Gypsi tuttavia, è molto forte per quanto concerne queste rune, esiste un piccolo dubbio che questo popolo sia la scintilla della moderna divinazione, tuttavia, questi simboli restano importanti anche in questa cultura.
Come si configurano le streghe in tutto questo? Perché prima di tutto le streghe erano solitarie e vivendo nella loro casa, utilizzando ogni risorsa a loro disponibile, ed è cosi che sono nate numerose forme di divinazione, proprio in ambito "casalingo", con simboli semplici, tangibili. La stregoneria europea ha mantenuto un legame con il mondo gypsi molto forte, sopratutto, per quanto concerne per i paesi dell est e la Russia.
Questa tradizione, questa simbologia appartiene alle streghe ma tuttavia, è usata come ogni cosa, anche da profani.





Liberante tratto da:
Witch's Runes -How to Make and Use You Own Magick Stones di Susan Sheppard.
Immagine di: http://moongoddessgarden.com/
NON COPIARE SENZA CITARE LA FONTE DI QUESTO BLOG



7 commenti:

  1. Davvero interessante! Mi hai incuriosita, anche perché - sul principio - ero un po' restia a leggere (le rune non appartengono alla tradizione che seguo) ma poi, come dici bene nel tuo video di introduzione: la curiosità di conoscere ti porta a spaziare. Invece, che dire, scoprire la multiculturalità che c'è sotto mi ha fatto davvero ricredere, così come l'universalità di certi simboli che hanno sempre viaggiato per il nostro continente (e anche fuori!). Grazie per la condivisione. Spero che continuerai questa rubrica ;-)

    RispondiElimina
  2. Grazie dell'articolo =) Io personalmente mi trovo bene con le rune del Futhark, ma ero incuriosito da questi insoliti simboli ^^

    RispondiElimina
  3. finalmente una spiegazione chiara ed efficace...grazie mille...nonostante alcuni le ritengano una wiccata a me piacciono molto e le alternero alle rune del fhutark grazie mille

    RispondiElimina
  4. sono dislessica e per me leggere interi libri è un'impresa non da poco (adoro leggere, ma poi capire e memorizzare è arduo). quindi grazie per rendermi tutto più semplice e permettermi di capire e imparare!!!

    RispondiElimina
  5. Che dire, bravissima come sempre

    RispondiElimina